CORSI DI GUIDA SICURA E SPORTIVA AUTO E MOTO
GUIDA IN PISTA SU FORMULA F4
RALLY CIRCUIT - CIRCUITO DI RIJEKA 17-18 NOVEMBRE 2023
Racing Legends

Leggende a 4 ruote: la Ferrari 250 LM

IMG_2605 copia

Leggende a 4 ruote: la Ferrari 250 LM

Update: tutti i sogni si possono realizzare - nel caso specifico della 250 LM, la Ferrari vede di nuovo la vittoria a Le Mans l'11 giugno 2023. La bella e rivoluzionaria 499 P rende fiera la "nonna" 250 LM a 58 anni dal trionfo con la storica vittoria alla 24 Ore di fronte a Toyota e Cadillac, la decima per la Ferrari. Ne parliamo in questo articolo: https://www.esperienzeinpista.it/ferrari-vittoria-le-mans-2023/

La protagonista del nostro focus di oggi è una delle Ferrari più amate dai collezionisti, anche se non una delle più famose. 

Con la tipica sagoma a motore centrale, discostandosi dalla tipica architettura delle vetture V12 di Maranello, oggi parliamo della Ferrari 250 LM (qui ritratta in un'illustrazione di R. Piccolo). 

Pur soffrendo a causa di un cavillo regolamentare che la costrinse all’omologazione come sport prototipo e non come GT (anche a causa della ridottissima produzione, solo una trentina di esemplari contro i 100 richiesti dalla FIA per l’omologazione in Gran Turismo), la 250 LM fu la seconda Ferrari derivata dall’esperienza 250 P a montare un propulsore V12 in posizione posteriore/centrale (il V12 Colombo, lo stesso della GTO e della Testa Rossa, nella sua evoluzione da 3,285 cm3 e 320 cavalli a 7.500 giri/minuto). 

Considerato il peso ridottissimo di appena 820 chili a vuoto (oltre a misure di carrozzeria contenute - 4,09 metri di lunghezza per 1,35 di carreggiata su un interasse di 2,40 metri), la LM era una delle più agili della categoria e poteva raggiungere i 287 km/h di velocità massima.

I risultati della 250 LM furono lusinghieri nonostante si scontrasse regolarmente con vetture nate come prototipi (le stesse 250 P, le Maserati 151, e altre vetture che grazie ai numeri di produzione sarebbero state immatricolate come GT, come la Ford GT40): doppietta alla 12 Ore di Reims del 1964, mentre il 1965 fu l’anno d’oro per la coupé di Maranello con la vittoria alla 500 km di Spa e la 24 Ore Le Mans (in questo caso la vittoria fu del team NART, con il secondo posto di una scuderia privata belga, anche a causa del ritiro prematuro delle Ferrari P2 ufficiali Ferrari schierate per l’occasione).

Pezzo raro ma molto apprezzato dai collezionisti (pur soffrendo della “concorrenza” da parte delle più famose “sorelle” Testa Rossa e GTO), la LM ha comunque raggiunto valori considerevoli, con un esemplare del 1964 venduto da Hagerty nel 2015 a 17,6 milioni di dollari.

Select the fields to be shown. Others will be hidden. Drag and drop to rearrange the order.
  • Immagine
  • Prezzo
  • Aggiungi al carrello
  • Attributi
Click outside to hide the compare bar
Comparatore
Comparatore ×
Let's Compare! Continue shopping