PROSSIMI EVENTI
9 DICEMBRE 2022 - FERMO - GUIDA IN PISTA SU SUBARU IMPREZA
10 DICEMBRE 2022 - CASTELFIDARDO (AN) - CORSI DI GUIDA SICURA
10 DICEMBRE 2022 - CIRCUITO DI CASTELLETTO DI BRANDUZZO (PV) - GUIDA IN PISTA SU FERRARI
21/22/23 GENNAIO 2022 - VERMIGLIO/PASSO DEL TONALE (TN) - CORSO DI GUIDA SU GHIACCIO
Racing Legends

Rush il film, la vera storia tra Hunt e Lauda

Niki-Lauda-James-Hunt

Rush il film, la vera storia tra Hunt e Lauda

Il film capolavoro “Rush”, del regista statunitense Ron Howard, parla di come una rivalità in pista è stata tradotta nella pellicola che ha fatto discutere tutti gli esperti cinematografici e non solo.

Il nostro articolo è incentrato sul film capolavoro “Rush” del regista Ron Howard uscito in tutte le sale cinematografiche italiane nel 2013.

Per chi non l’avesse mai visto lo consigliamo vivamente e vorremmo avere da voi pareri, riflessioni, dubbi.

Di cosa parla il film?

Rush inteso come lo slancio finale, quello dove il film racconta una delle rivalità più famose e avvincenti nella storia della Formula 1 culminate nella stagione del 1976: quella tra i due piloti James Hunt e Niki Lauda. Il film mostra con doviziosi dettagli il rapporto tra i due driver, il loro modo di intendere le corse automobilistiche ed il loro modo di vivere la propria vita fuori dai circuiti. Descrive anche l’ambiente della Formula 1 degli anni settanta, delle auto del pericolo e degli stati d’animo di ogni pilota prima di partire per un Gran Premio.
La sicurezza dei circuiti e delle auto era molto lasciata al caso a quel tempo, spesso erano gli incidenti mortali a fare la cronaca del lunedì dopo la competizione. In questo film viene messo tutto in risalto in modo quasi epico, facendo risaltare le emozioni dei piloti protagonisti.

Chi è James Hunt?

James Simon Wallis Hunt (1943-1993) è stato un pilota automobilistico britannico Campione del Mondo di Formula 1 nel 1976, poi finita la carriera automobilistica divenne commentatore televisivo.

Nel film viene descritto come un uomo fuori dal comune che non sapeva controllarsi, molto esuberante, incosciente e pieno di vizi. Nelle fotografie del pilota ci sono tanti scatti con la sigaretta in bocca, mentre è vicino ad una bella donna. Anche in pista si faceva notare per le sue stravaganze, spesso distruggendo le auto che guidava. Nella realtà Hunt era molto simile alla descrizione cinematografica: amava bere, fare feste e andar dietro alle ragazze. A differenza di Lauda aveva un atteggiamento fuori dagli schemi, poco metodico, ma molto carismatico e fascinoso.

Chi è Niki Lauda?

Niki Lauda (1949-2019) è stato un pilota automobilistico austriaco, 3 volte campione del Mondo di Formula 1, che divenne anche un famoso imprenditore dopo la carriera automobilistica.
Nel film viene descritto come una persona glaciale, un po’ antipatica ma estremamente meticolosa. Le molte ore che trascorre dentro e fuori dai Box delle piste le passa a studiare i miglioramenti alla macchina che guida. Nel film si mette in risalto il suo modo di evitare le attività mondane, evitando le feste tipiche del mondo della Formula 1. Mentre in realtà Lauda era meno freddo e rigido di quanto appare nella pellicola, perchè sembra partecipasse alle feste dopo le gare, aveva un fare amichevole con gli altri piloti rivali. Nel film c’è anche la scena del terribile incidente di Lauda al circuito del Nürburgring, l’inferno verde che si snoda per oltre 22 chilometri attorno al castello di Nurbug in Germania: il pilota austriaco esce di strada con la Ferrari che prende fuoco in mezzo alla pista. Venne salvato dalle fiamme dai piloti Harald Ertl, Guy Edwards e dal pilota italiano Arturo Merzario, che sopraggiunsero con le loro monoposto subito dopo l’incidente.

Niki Lauda ebbe il grande merito di essere un calcolatore, definito il campione-computer. Arrivò in Formula 1 non proprio per meriti sportivi, utilizzò tutte le conoscenze della sua importante famiglia ed il nome che rappresentava, per poter essere al volante nella massima serie, senza perdere tempo, secondo lui, nella Formula 3 e Formula 2. I titoli nel Mondiale vinti invece sono frutto di un mix di tenacia, intelligenza tattica e sangue freddo che lo hanno reso un pilota leggendario.

Il rapporto tra Niki Lauda e James Hunt

Nel film il rapporto tra Lauda e Hunt è un conflitto che va oltre la semplice rivalità in pista: i due litigano spesso dentro e fuori dai box e solo alla fine del film c’è un chiaro ed evidente riconoscimento di rispetto e amicizia. Mentre in realtà furono quasi da subito molto amici, nelle formule minori ancor prima di gareggiare in Formula 1. Durante i loro primi anni condivisero un piccolo appartamento a Londra e fecero amicizia. Rimasero in contatto e si frequentarono anche quando chiusero entrambi con la Formula 1, fino alla morte di James Hunt nel 1993 per un infarto.

Niki Lauda e la Scuderia Ferrari

Rush racconta anche la storia di Lauda in Ferrari, del primo approccio con l’altro pilota Clay Regazzoni, dei lunghi mesi di preparazione tecnica alla scuderia di Maranello. Lauda si diede molto da fare per lavorare sulla Ferrari di quell’anno, inizialmente poco affidabile e difficile da guidare. Famosissima la replica di Lauda appena sceso dalla vettura dopo il primo test del 1973 a Maranello davanti addirittura ad Enzo Ferrari. Niki era solito dire la verità senza filtri e anche in quella occasione, con un’auto che a suo dire era inguidabile e fortemente sottosterzante disse direttamente in faccia al Drake che la sua vettura era una me*da! Non si poteva guidare, era come guidare un camion. Anche l’Ingegnere capo, Mauro Forghieri inorridì a tali parole, che però suonarono come uno schiaffo tremendo a tutta la dirigenza Ferrari, che fino a quel momento pensava di essere sulla giusta strada. Fu il momento in cui tutto il reparto tecnico della casa di Maranello si mise a disposizione del pilota austriaco per realizzare quella che fu la vettura da battere negli anni futuri.
In questo film traspare in modo chiaro il difficile rapporto uomo – mezzo meccanico, con le difficoltà legate alla guida di vetture per uomini veri, auto come Mclaren, Lotus, Ferrari, Ligier, oppure la famosa Tyrrel a 6 ruote, apparentemente indomabili che venivano condotte con maestria dai funamboli dell’epoca, veri e propri cavalieri del rischio.
Select the fields to be shown. Others will be hidden. Drag and drop to rearrange the order.
  • Immagine
  • Prezzo
  • Aggiungi al carrello
  • Attributi
Click outside to hide the compare bar
Comparatore
Comparatore ×
Let's Compare! Continue shopping